Accessibilità

Ceas

Ceas
Il CEAS di Cà Tassi è la sede distaccata a Fiorano del CEAS PEDECOLLINARE, nato nel 2012 per fusione dei centri di educazione alla sostenibilità dei comuni del distretto ceramico. Il CEAS Cà Tassi, attivo sin dal 2004 per i Comuni di Fiorano e Maranello tramite convenzione onerosa, è localizzato in posizione panoramica all'interno della Riserva Naturale ed è attrezzato per accogliere sia scuole di ogni ordine e grado sia i visitatori (singoli o gruppi organizzati) dell'area protetta, che potranno godere dei seguenti servizi ed infrastritture:
  • sportello verde;
  • punto informativo sulla fruizione dell'area;
  • mostra permanente sulle fasi di restauro del centro con i principi della bioedilizia;
  • mostra permanente "alla scoperta della biodiversità";
  • museo naturalistico (con allestimento di fossili, minerali e animali imbalsamati);
  • sala polivalente-auditorium;
  • laboratorio scientifico per attività e sperimentazione didattico-dimostrative;
  • centro di documentazione-biblioteca naturalistica;
  • area pranzo al sacco sia all'aperto che protetta;
  • punto vendita materiali turistico-divulgativi.

È inoltre dotato di alcuni impianti di carattere didattico-dimostrativo:

  • impianto per la produzione di energia elettrica con pannelli a celle fotovoltaiche ed un prototipo per il solare termico;
  • stazione meteorologica;
  • impianto di fitodepurazione per acque di scarico;
  • aiuole di piante e fiori meteorologici.

 

Ogni anno il CEAS incontra centinaia di bambini e ragazzi di ogni ordine e grado scolastico, per educarli alla conoscenza e al rispetto della natura, per stimolarli nell'adozione di buone pratiche di sostenibilità ambientale, per guidarli nella riscoperta del territorio in cui vivono; lo fa con progetti in classe, con visite guidate in ambiente naturale o presso stabilimenti produttivi, con contesti laboratoriali legati a feste tematiche o locali, con centri estivi di carattere naturalistico ed ambientale in genere

 

Il CEAS Cà Tassi si propone di:
  • promuovere nella popolazione giovane e adulta lo sviluppo di conoscenze, consapevolezze, comportamenti e capacità di azione a livello individuale e sociale, volte a perseguire la sostenibilità ambientale, sociale, economica e istituzionale, attraverso i metodi e gli strumenti educativi, partecipativi e comunicativi;
  • promuovere una educazione alla sostenibilità, come definita dai principi suddetti, che integri in un disegno comune gli aspetti globali e locali della cittadinanza attiva, della tutela della salute, delle pari opportunità, della cultura, della protezione dell’ambiente e della gestione sostenibile delle risorse naturali;
  • promuovere la raccolta e la diffusione delle informazioni sulla sostenibilità ambientale, sociale, economica e istituzionale del territorio regionale, anche al fine di favorire la consapevole partecipazione dei cittadini ai processi decisionali;
  • favorire l’accesso da parte dei cittadini e delle loro forme organizzate alle informazioni in materia di ambiente e sviluppo sostenibile in possesso della pubblica amministrazione, al fine di promuovere la loro partecipazione attiva alla costruzione di un futuro sostenibile;
  • sviluppare, congiuntamente agli altri enti locali, la collaborazione tra sistema scolastico e dell’alta formazione, le agenzie scientifiche, le imprese, il volontariato e l’associazionismo affinché i principi che governano lo sviluppo sostenibile non rimangano lettera morta ma divengano parte integrante della cultura quotidiana dei cittadini.

 

Eventi recenti
07.12.2019 Ambiente verde e animali, Tutela del cittadino sicurezza ed emergenze, Salute e servizi sociali
Teatro Astoria - Piazza Ciro Menotti

Diminuzione volontaria emissioni industriali

31.12.2019 Cultura sport e tempo libero, Ambiente verde e animali, Turismo
Salse di Nirano

Passeggiata all'alba

Vedi tutti gli eventi
Avvisi recenti
04.12.2019

Accordo sulle emissioni per tutelare la qualità dell’aria del Distretto

Verrà sottoscritto sabato 7 dicembre al teatro Astoria di Fiorano Modenese da dieci sindaci del modenese e reggiano, dalla Regione, dalle Province, da Confindustria Ceramica e da Arpae.

25.11.2019

Fiorano Modenese nel network ‘Terre di Matilde in Europa’

Un istituto europeo per la valorizzazione dei beni culturali e ambientali che ha la priorità nella ripartizione dei fondi europei.

18.11.2019

Un progetto condiviso per il Parco Di Vittorio

Partirà nel nuovo anno il percorso partecipativo, finanziato in parte dalla Regione, per coinvolgere i cittadini nella progettazione e gestione dell’area verde di Spezzano.