Accessibilità

Infortunio sul lavoro: denuncia

In caso di infortunio sul lavoro che comporti l'inabilità per più di 3 giorni o nel caso di morte del lavoratore, il datore di lavoro deve presentare denuncia di infortunio all'Autorità di Pubblica Sicurezza del Comune in cui è avvenuto l'infortunio. La denuncia va effettuata su un modulo dell'INAIL e deve essere consegnata al Servizio di Polizia Municipale, entro 2 giorni dalla ricezione del certificato medico da parte dello stesso datore di lavoro.

Cos'è
Requisiti e dettagli

I datori di lavoro qualora i loro dipendenti subiscono un infortunio sul territorio del Comune di Fiorano Modenese.

Modalità di richiesta
E-Mail; P.E.C. (Posta Elettronica Certificata); Posta cartacea; Fax
Tempi e costi
Scadenza / Periodicità / Frequenza

In caso di infortunio sul lavoro che comporti l'inabilità per più di tre giorni o nel caso di morte del lavoratore, il datore di lavoro deve presentare denuncia di infortunio all'Autorità di Pubblica Sicurezza del Comune in cui è avvenuto l'infortunio.

Per infortuni avvenuti nel Comune di Fiorano Modenese, la denuncia, redatta su apposita modulistica, deve essere consegnata al Servizio Polizia Municipale o trasmessa per posta certificata del Comune o trasmessa per mezzo raccomandata postale o fax (0536/832819), entro due giorni dalla ricezione del certificato medico da parte dello stesso datore di lavoro. In caso di decesso o inabilità superiore a 30 giorni la denuncia deve essere protocollata presso il Servizio Protocollo del Comune di Fiorano Modenese.

NB: Se il termine di 2 giorni per la presentazione della domanda cade in giorno festivo viene prorogato al giorno successivo non festivo

Responsabili e strumenti di tutela
Strumenti di tutela

Strumenti di tutela giurisdizionale
Contro gli atti ed i provvedimenti della pubblica amministrazione è ammessa la tutela giurisdizionale dei diritti e degli interessi legittimi dinanzi agli organi di giurisdizione ordinaria od amministrativa (sistema della doppia giurisdizione di cui all'art. 113 della Costituzione).
Gli organi competenti per la tutela giurisdizionale per atti e/o provvedimenti ritenuti illegittimi sono prioritariamente il Tribunale Amministrativo Regionale (in primo grado) e il Consiglio di Stato (secondo grado).
I termini per presentare un ricorso per atti e/o provvedimenti amministrativi in generale sono di 60 giorni, a pena di decadenza, dalla notificazione dell'atto, dalla sua pubblicazione o comunque conoscenza; in caso di termini diversi, gli stessi sono comunque specificati nell' atto medesimo.
Per presentare un ricorso contro il silenzio ingiustificato della pubblica amministrazione ( cd silenzio - rifiuto) l'azione può essere proposta, trascorsi i termini per la conclusione del procedimento amministrativo, fintanto che l'Amministrazione continua ad essere inadempiente e, comunque, non oltre un anno dalla scadenza del predetto termine, mediante notificazione al Comune e ad almeno un contro interessato..
Per fare ricorso su richieste di accesso ai documenti amministrativi, l'azione può essere proposta entro 30 giorni dalla conoscenza della decisione impugnata o dalla formazione del silenzio-rifiuto, mediante notificazione al Comune e ad almeno un contro interessato.

Altri strumenti di tutela amministrativa:
- ricorso in opposizione: rivolto, in alcuni e limitati casi, alla stessa Autorità che ha emanato il provvedimento, in genere entro 30 giorni dalla notifica, pubblicazione o conoscenza dell'atto;
- ricorso gerarchico: proponibile, per gli atti non definitivi, avanti l'Autorità gerarchicamente superiore all'organo emanante, entro 30 giorni dalla notifica, pubblicazione o conoscenza dell'atto (facoltativamente al ricorso al T.A.R., Tribunale Amministrativo Regionale);
- ricorso straordinario al Capo dello Stato: ammesso, solo per motivi di legittimità, entro 120 giorni dalla notificazione o conoscenza dell'atto impugnato (in alternativa al ricorso al T.A.R., Tribunale Amministrativo Regionale).

Altre informazioni utili
Normativa

D.P.R. 30/06/1965 n. 1124 e successive modifiche

Altre informazioni

Denuncia redatta su apposita modulistica I.N.A.I.L. con in allegato copia del certificato medico indicante la prognosi.-

Ufficio al quale rivolgersi

Polizia Municipale

Responsabile: Marco Gaddi

Contatti

Telefono: 0536 833250 - 0536 833449 - cellulare 329 3191700 - fax 0536 832819
Email: pmunicipale@comune.fiorano-modenese.mo.it
PEC: poliziamunicipale@cert.fiorano.it

Orari

GLI UFFICI DELLA POLIZIA LOCALE DI FIORANO MODENESE SONO CHIUSI PER IL PERDURARE DELL'EMERGENZA COVID. PER ATTI NON PROROGABILI, SI RICEVE SU APPUNTAMENTO, TELEFONANDO AL 0536/833449 DALLE ORE 8.30 ALLE ORE 13.00 DAL LUNEDI' AL VENERDI' E DALLE ORE 14.30 ALLE ORE 17.00 DI LUNEDI' E GIOVEDI' (GIORNATE FERIALI).-

 

Apertura al pubblico:

dal lunedi al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 13.00

lunedì e giovedì dalle ore 14.30 alle ore 17.00

Sede

via Ferrari Carazzoli, 110/112

41042 Fiorano Modenese 

Avvisi recenti
17.06.2021

Verifica rete meteorica alla rotonda di via Ghiarola Nuova

L’analisi effettuata da Hera, in accordo con l’amministrazione, per individuare le cause di allagamenti passati e possibili soluzioni.

01.06.2021

Isolamento domiciliare: il periodo di quarantena scende a 10 giorni

Le nuove modalità, valide anche per i contatti stretti dei casi positivi, sono state introdotte dal Ministero.

27.05.2021

Avviso pubblico per l'aggiornamento delle graduatorie E.R.P. anno 2021

Approvato l’avviso pubblico per l’assegnazione degli alloggi nei Comuni appartenenti all’Unione del Distretto Ceramico

Vedi tutti gli avvisi