Accessibilità

L’Università di Bologna scrive al sindaco Tosi

L’Università di Bologna scrive al sindaco Tosi
La richiesta: poter installare una stazione di monitoraggio geologico

Nelle scorse settimane il Dipartimento di Fisica e Astronomia dell’Università di Bologna ha scritto al sindaco Francesco Tosi al fine di avere l’autorizzazione a installare, e a mantenere per i prossimi 5 anni, una stazione permanente GNSS-CORS (Global Navigation Satellite System-Continuously Operating Reference Station) all’interno delle Salse di Nirano, presso Ca’ Rossa, fruendo altresì dell’alimentazione elettrica necessaria e della rete internet per la trasmissione dei dati. Questo nell’ambito della consolidata collaborazione scientifica, volta allo studio del fenomeno delle Salse, tra l’Alma Mater Studiorum e il Comune fioranese.

La strumentazione sarà di grande utilità per indagini geodetiche nell’area della Riserva così da determinare le deformazioni del suolo connesse all’attività eruttiva dei vulcani di fango. E servirà anche per studiare gli spostamenti di origine tettonica, quindi la sismicità locale. In prossimità della Riserva, infatti, è stato localizzato da fonti storiche un terremoto di magnitudo equivalente Mw 6 e intensità epicentrale IX, avvenuto il 5 giugno 1501.

Per tale strumentazione l’ateneo assicura “la non interferenza radioelettrica con gli apparati ivi esistenti e il rispetto dei limiti previsti, con riferimento all’esposizione umana ai campi elettromagnetici, così come previsto dalla normativa vigente”. Inoltre al Comune non è richiesto alcun contributo finanziario suppletivo: montaggio, manutenzione e smontaggio della stazione rimangono a carico dell’Università.

Il Primo Cittadino ha accolto molto positivamente la richiesta, dando l’autorizzazione a procedere e a poter mantenere la stazione fino al 31 gennaio 2028, fatte salve eventuali proroghe. “Certo che da tali indagini possano derivare utili informazioni per il territorio, avendo le ricerche descritte un valore non solo scientifico ma anche di utilità pubblica per l’adozione di misure di percezione del rischio sismico della zona”, Tosi si è detto ben felice di aprire Ca’ Rossa all’istanza degli studiosi, ringraziandoli per l’interessamento mostrato, ora come in passato, verso la nostra area protetta.

Data di pubblicazione: 12 gennaio 2023

Avvisi recenti
26.01.2023

Il cinema teatro Astoria si rinnova

Con interventi di efficientamento energetico e l’apertura della gara per la gestione di struttura ed eventi culturali

26.01.2023

Continua il cambio sistema raccolta rifiuti a Fiorano Modenese

Tutti gli appuntamenti utili e le vie del Lotto 2

23.01.2023

Sollecito tassa rifiuti 2017

L'importo recuperato andrà a vantaggio dei contribuenti

20.01.2023

Cambio raccolta rifiuti

Tutti gli appuntamenti utili alla cittadinanza e le vie del Lotto 1

20.01.2023

Transizione digitale del Distretto Ceramico

In arrivo 2,5 milioni di euro da fondi PNRR per migliorare i servizi on-line ai nostri cittadini

19.01.2023

Fiorano Modenese: lunedì 23 gennaio 2023 parte il porta a porta di carta e plastica

Novità area urbana a sud della Statale Est e compresa tra via Ghiarella ad est e via S. Caterina da Siena a ovest. Per chi non ha ancora ritirato il kit, le Case Smeraldo rimarranno a disposizione del pubblico fino al 5 febbraio

Vedi tutti gli avvisi