Accessibilità

Verso la Sagra dell’8 settembre

Verso la Sagra dell’8 settembre
Le processioni, le messe animate dalle diverse corali, la vigilia e festa della Beata Vergine del Castello.

Comincia martedì 29 agosto, partendo dall’edicola votiva di Via Poliziano, la novena di preparazione alla Festa della Beata Vergine del Castello di Fiorano, che si celebra dal 1639 e conduce tantissimi pellegrini sul colle dove si erge il santuario diocesano, progettato dall’architetto Bartolomeo Avanzini a corona della Delizia Estense sassolese di Francesco I.   

Ogni sera, alle ore 20, una processione parte da un diverso quartiere del paese e sale alla Basilica Minore, dove alle 20.30 inizia la Messa, animata da corali diverse.

Si raccomanda prudenza agli automobilisti in transito lungo le strade interessate e il rispetto dovuto a una manifestazione di culto.

Martedì 29 agosto il ritrovo è alla Maestà di Via Poliziano e la processione si snoda lungo le vie: Machiavelli, Santa Caterina, Vittorio Veneto, Via Santuario. La Messa è presieduta da don Alberto Zironi, parroco di Nonantola, direttore dell’Ufficio Liturgico di Modena e insegnante presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose Ferrini. E' presente la Corale di Spilamberto, diretta dal Maestro Giorgio Molinari. 

Mercoledì 30 agosto il ritrovo è in Piazza De Gasperi per proseguire poi nelle vie. Fermi, Malatesta, Piazza Ciro Menotti, Via Vittorio Veneto, Via Bonincontro, Via Santuario. La Messa è presieduta dal vescovo di Parma Mons. Enrico Solmi, modenese.

Giovedì 31 agosto la partenza della processione è nella zona alta di Via Magellano. Si scende in Via Malmusi e si raggiunge la Basilica attraverso Via Brascaglia e Via Santuario. La Messa è presieduta da don Gabriele Semprebon, che a Fiorano ha trascorso diversi anni, cappellano d’ospedale e direttore della Scuola regionale di pastorale della salute, animata dalla Corale dei SS Pietro e Paolo apostoli di Torre Maina.

Venerdì 1 settembre si parte da Via Bucciardi e, attraverso Via Statale Est e Via Vittorio Veneto si imbocca Via Santuario. Celebra la Messa Mons. Lino Pizzi, vescovo di Forlì-Bertinoro, modenese, Cappellano di Sua Santità e sarà presente il Coro San Giacomo di Piumazzo.  

Sabato 2 settembre, rispettando la tradizione del primo sabato del mese, il ritrovo è presso la cappellina della Madonna del Ponte in Via Gramsci, percorrendo poi le vie: Bassa, Piazza Bachelet, Fratelli Bandiera, Manin, Pellico, Mazzini, Gramsci, Santuario. La Messa è celebrata da don Marino Adani, rettore presso San Domenico. Animerà la Corale Polifonica Agape di San Felice sul Panaro.

Domenica 3 settembre cambia il programma della processione dei bambini. L’appuntamento è alle ore 16.30 presso l’Oratorio San Filippo Neri, in Via Statale Ovest, in occasione della sua riapertura, con giochi e nutellata. Alle ore 19 prende il via la processione con i bambini e le famiglie salendo il colle da Via Vittorio Veneto e Via Bonincontro. La Messa è celebrata dal novello sacerdote don Federico Ottani, vicario parrocchiale a Modena, presso i SS. Faustino e Giovita, vice-assistente ecclesiale dell’Agesci. Sarà presente la Corale della Beata Vergine Assunta di Casinalbo.

La Messa di lunedì 4 settembre sarà accompagnata dai canti della Corale Gian Federico Annoni Campori di Spezzano.

Martedì 5 settembre la processione serale parte alle ore 20 dall’anfiteatro del Parco De Andrè, vicino a Piazza della Ceramica e raggiunge il santuario attraverso la Circondariale San Francesco d’Assisi, Via Paganini, Via Verdi, Via Marconi, Via Vittorio Veneto, Via Bonincontro e Via Santuario. La Messa delle 20,30 è celebrata da Don Francesco Saccani, parroco di Braida e Don Giovanni Rossi, moderatore della vita pastorale delle comunità di Sassuolo. Accompagna la Corale Giardino della Parrocchia di Gesù Redentore.

Mercoledì 6 settembre la processione parte dalla Parrocchiale San Giovanni Evangelista di Spezzano alle 19.15, percorrendo le vie: Ghiarella, Senna, Volturno, Tamigi, Cappucchiera, Statale Est, Vittorio Veneto Santuario. Celebra il parroco di Spezzano Don Paolo Orlandi e l’accompagnamento musicale è affidato al Coro di Redù.

Giovedì 7 settembre alle ore 20 vengono celebrati i vespri solenni e si procede alla cerimonia di incoronazione della Madonna e del Bambino. La Messa è presieduta da Mons. Tommaso Ghirelli, vescovo di Imola, esperto del mondo del lavoro e fino allo scorso anno responsabile regionale per la pastorale del lavoro. La cerimonia di incoronazione sarà cantata dal Coro della Beata Vergine del Castello di Fiorano. E’ una serata di vigilia speciale, alla quale sono invitati tutti i lavoratori e i titolari delle aziende. Il legame tra la Beata Vergine del Castello ed il mondo del lavoro ha tradizioni consolidate, dai grandi raduni d’inizio Novecento dei lavoratori cattolici, alla visita di Giovanni Paolo II del 1988, nella Pista di Fiorano, dedicata proprio all’incontro con i lavoratori. Il suo messaggio a favore dell’equità e della giustizia nelle attività produttive ci viene ogni giorno ricordato dalla statua bronzea del santo pontefice polacco, eretta nel piazzale della Basilica.

La giornata dell’8 Settembre si apre anche quest’anno prima dell’alba, con la Messa parrocchiale presieduta dal Parroco Don Antonio Lumare e partecipata da oltre trecento persone. Le Messe proseguono ogni ora fino alle ore 11: quella delle ore 6 è del Vicariato Pedemontana Ovest; quella delle sette da sempre è la messa dei Sassolesi.

Nel pomeriggio la Messa delle 17.30 è celebrata dall’arcivescovo di Modena Erio Castellucci, cui fa seguito la solenne processione nel centro storico. Avrà l’accompagnamento straordinario della Cappella Musicale del Duomo di Modena. Ultima Messa alle ore 20, celebrata dall’arcivescovo emerito di Ravenna-Cervia mons. Giuseppe Verucchi.

Fra una celebrazione e l’altra, la sera fino a mezzanotte, è possibile salire attraverso la scala degli ex-voto davanti all’immagine miracolosa quattrocentesca, scampata più volte al fuoco, che ha risparmiato i Fioranesi dalla peste del 1630 e dal colera del 1855, dispensatrice di grazie ai tanti pellegrini che cercano conforto invocando la Madre di Cristo, come testimoniano i tanti messaggi scritti sull’apposito libro all’interno del Santuario.

Sul piazzale del Santuario e nel Salone del Pellegrino, la parrocchia gestisce alcune attività di contorno: il servizio ricordini, il bar, la pesca di beneficenza, il banco dei libri e degli oggetti usati fino alla conclusione con lo spettacolo pitotecnico.

Nel centro del paese ci sono i banchi degli ambulanti e il luna park.

Quando: dal 29 agosto al 07 settembre 2017

Orari: 20:00

Dove: Fiorano Modenese

« gennaio 2022 »
month-1
lu ma me gi ve sa do
27 28 29 30 31 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31 1 2 3 4 5 6
Eventi recenti
20.01.2022 Cultura, sport e tempo libero, Bambini e famiglie, Giovani e adolescenti
Casa Corsini

Laboratorio "Robot Automa"

20.01.2022 Cultura, sport e tempo libero, Turismo
Centro Via Vittorio Veneto

Alla ricerca delle meraviglie nelle città del nostro Bel Paese

22.01.2022 Cultura, sport e tempo libero
Cinema Teatro Astoria

"Un eroe" al Cinema Astoria

Vedi tutti gli eventi