Accessibilità

Animali: smaltimento della carcassa a seguito del decesso

Le carcasse di piccoli animali domestici possono essere smaltite contattando direttamente aziende specializzate nella gestione ed incenerimento delle spoglie animali oppure presso i giardini privati, rispettando le norme generali di carattere igienico-sanitario di seguito dettagliate e nel rispetto dei diritti di terzi. In caso di ritrovamento di carcasse di animali su suolo pubblico contattare i riferimenti sotto indicati per attivare il recupero.

Il ritiro di spoglie di animali d'affezione o di piccoli animali selvatici su suolo pubblico è ad opera del Comune attraverso la ditta Animals Paradise.

 

Il ritiro delle spoglie di animali selvatici è opera della Regione attraverso diversi operatori economici ed associazioni.

 

E' possibile il ritiro a domicilio. Il servizio è svolto a pagamento, il costo varia sulla base della taglia dell'animale, sono disponibili diversi operatori economici. 

 

Le carcasse di piccoli animali domestici possono essere seppellite presso i giardini privati nel rispetto delle norme generali di carattere igienico-sanitario (profondità della buca di almeno 1mt, utilizzo di calce sotto e sopra il posizionamento dell'animale che deve essere a sua volta contenuto in un sacco a perdere) e nel rispetto dei diritti di terzi.

Ambiente

Responsabile: Marzia Conventi

Contatti

Telefono: 0536 833276 - 0536 833258
Email: ambiente@fiorano.it
PEC: ambiente@cert.fiorano.it

Orari

Apertura al pubblico: su appuntamento.

 

 

 

Sede

Palazzina Uffici tecnici - secondo piano

Via Vittorio Veneto 27/A

41042 Fiorano Modenese

Strumenti di tutela
Strumenti di tutela giurisdizionale
Contro gli atti ed i provvedimenti della pubblica amministrazione è ammessa la tutela giurisdizionale dei diritti e degli interessi legittimi dinanzi agli organi di giurisdizione ordinaria od amministrativa (sistema della doppia giurisdizione di cui all'art. 113 della Costituzione).
Gli organi competenti per la tutela giurisdizionale per atti e/o provvedimenti ritenuti illegittimi sono prioritariamente il Tribunale Amministrativo Regionale (in primo grado) e il Consiglio di Stato (secondo grado).
I termini per presentare un ricorso per atti e/o provvedimenti amministrativi in generale sono di 60 giorni, a pena di decadenza, dalla notificazione dell'atto, dalla sua pubblicazione o comunque conoscenza; in caso di termini diversi, gli stessi sono comunque specificati nell’ atto medesimo.
Per presentare un ricorso contro il silenzio ingiustificato della pubblica amministrazione ( cd silenzio - rifiuto) l'azione può essere proposta, trascorsi i termini per la conclusione del procedimento amministrativo, fintanto che l’Amministrazione continua ad essere inadempiente e, comunque, non oltre un anno dalla scadenza del predetto termine, mediante notificazione al Comune e ad almeno un contro interessato..
Per fare ricorso su richieste di accesso ai documenti amministrativi, l'azione può essere proposta entro 30 giorni dalla conoscenza della decisione impugnata o dalla formazione del silenzio-rifiuto, mediante notificazione al Comune e ad almeno un contro interessato.
Altri strumenti di tutela amministrativa:
  • ricorso in opposizione: rivolto, in alcuni e limitati casi, alla stessa Autorità che ha emanato il provvedimento, in genere entro 30 giorni dalla notifica, pubblicazione o conoscenza dell'atto; 
  • ricorso gerarchico: proponibile, per gli atti non definitivi, avanti l’Autorità gerarchicamente superiore all'organo emanante, entro 30 giorni dalla notifica, pubblicazione o conoscenza dell'atto (facoltativamente al ricorso al T.A.R., Tribunale Amministrativo Regionale); 
  • ricorso straordinario al Capo dello Stato: ammesso, solo per motivi di legittimità, entro 120 giorni dalla notificazione o conoscenza dell'atto impugnato (in alternativa al ricorso al T.A.R., Tribunale Amministrativo Regionale).

 

Altre informazioni

Nel caso trattasi di animali selvatici in avanzato stato di decomposizione, il Comune farà richiesta di pronto intervento alla Regione o di smaltimento tramite il servizio HERA. Nel caso invece di presenze di carcasse di anaimali selvatici "fresche" il Comune attiverà il centro di fauna selvatica "il Pettirosso" di Modena per il tempestivo ritiro dell'animale morto.

Avvisi recenti
26.05.2022

Ristorazione: parte UPVIVIUM, contest che porta la Riserva di Biosfera in gara in Italia

I vincitori delle sei Riserve di Biosfera (tra cui quella delle Salse), partner di progetto, si contenderanno il primato nazionale con un contest live

12.05.2022

Proliferazione della zanzara tigre: via al Piano di contrasto!

Tra i consigli ci sono: la rimozione dell’acqua piovana e la pulizia dei cortili. Previste azioni specifiche anche intorno agli istituti scolastici

02.05.2022

Dal 2 maggio si ampliano gli orari di apertura delle Stazioni Ecologiche

Da oggi, gli orari dei centri di raccolta della provincia di Modena si ampliano, con nuove aperture soprattutto nel fine settimana

Vedi tutti gli avvisi