Accessibilità

Segnalazioni, reclami, informazioni, suggerimenti

Puoi presentare segnalazioni, suggerimenti e reclami al Comune. Tutte le richieste verranno trasmesse ai servizi competenti che le esamineranno e ti daranno riscontro.

Il cittadino può presentare un reclamo o segnalazione riguardante l'amministrazione comunale, i suoi servizi e il suo territorio. Non si accettano segnalazioni relative ad altri enti pubblici e privati (Telecom, Inps..) ai quali il cittadino dovrà rivolgersi direttamente.

Il reclamo può essere presentato:

- via mail all'indirizzo info@fiorano.it,

- telefonicamente allo 0536 833239

- personalmente recandosi c/o lo sportello URP,

- attraverso il portale di RilFeDeUr

 

oppure scarica la app

Il servizio on line nato dal progetto della Regione Emilia Romagna per la gestione e la rilevazione delle segnalazioni relative al degrado urbano è attivato dall’amministrazione comunale dal 12 novembre 2013.  

Cosa segnalare

Attraverso la piattaforma web di Ril.Fe.De.Ur è possibile comunicare, in tempo reale, le segnalazioni riscontrate sul territorio comunale, relative a: 

  • manutenzioni dell’arredo urbano e del verde pubblico
  • interventi per il ripristino di segnaletica, marciapiedi, manto stradale (buche) 
  • richieste di nuova segnaletica stradale
  • reclami per disservizi del sistema raccolta dei rifiuti urbani
  • suggerimenti e proposte per migliorare la qualità dei servizi erogati 

Dal 1° ottobre 2020, le segnalazioni relative alla pubblica illuminazione vanno fatte direttamente a Engie e AeB Energien. verde 800-135501; mail callcenterclienti-ita@engie.com. (indicando nome, cognome e numero telefonico del richiedente; localizzazione precisa del guasto; tipo di guasto; eventuale codifica indicata sul palo).

Come fare una segnalazione

Per effettuare la segnalazione è necessario compilare il format on line RilFeDeUr, specificando la tipologia di disservizio o guasto e le indicazioni di posizione (via, piazza, civico). 

Per facilitare la collocazione geografica della segnalazione è possibile selezionare direttamente sulla mappa il punto in cui si è verificato l’episodio di degrado e automaticamente verrà inserito l’indirizzo nel modulo di comunicazione. 

Nel modulo di segnalazione i campi contrassegnati con * sono obbligatori. 

Al fine di consentire un intervento rapido e puntuale del servizio competente è importante inserire tutte le informazioni richieste. 

Le segnalazioni presentate in forma anonima o generiche non verranno prese in considerazione. 

 

I dati personali saranno utilizzati, nel rispetto della normativa vigente sulla privacy e trattamento dei dati, per le sole operazioni necessarie alla soluzione del problema e per eventuali richieste di chiarimenti in merito alle segnalazioni ricevute.

Collegandosi al sito play store di Google, inoltre, è possibile scaricare la app android per inviare le segnalazioni da pc, tablet e smartphone. 

Altri modi per segnalare un disservizio

Le segnalazioni possono essere comunicate all’amministrazione anche tramite i canali tradizionali:

  • di persona
  • per telefono
  • via mail o PEC
  • a mezzo posta 

Invece, tramite Comunic@ al Comune, potranno essere inoltrate tutte le richieste di informazioni e comunicazioni varie, non relative a fenomeni di degrado urbano. 

 

Il sistema non deve essere utilizzato per richiedere interventi di emergenza o segnalare situazioni di pericolo, che devono essere inoltrate direttamente ai presidi di pronto intervento territoriali:

  • Polizia di Stato 113
  • Carabinieri 112
  • Vigili del Fuoco 115
  • Soccorso Sanitario 118
  • Polizia Municipale (0536 833250 - emergenze 329 3191700) 

 

Per i servizi di emergenza Hera di Modena è attivo un servizio di Pronto Intervento (attivo 24 ore su 24) che risponde ai seguenti recapiti: 

  • gas 800 713666 
  • acqua e fognature 800 713900 
  • elettricità 800 999010
Cittadino, Impresa, Associazione
Come accedere ai servizi online
  • Autenticazione SPID livello basso

Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP)

Responsabile: Marco Rabacchi

Contatti

Telefono: 0536 833239
Email: info@comune.fiorano-modenese.mo.it
PEC: comunefiorano@cert.fiorano.it

Orari

Apertura al pubblico:

dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 13.00

lunedì e giovedì dalle ore 14.30 alle ore 17.30

Sede

Municipio - piano terra

Piazza Ciro Menotti, 1

41042 Fiorano Modenese 

 

Referente principale da contattare
Responsabile procedimento
Soggetto con potere sostitutivo
Strumenti di tutela

Strumenti di tutela giurisdizionale

Contro gli atti ed i provvedimenti della pubblica amministrazione è ammessa la tutela giurisdizionale dei diritti e degli interessi legittimi dinanzi agli organi di giurisdizione ordinaria od amministrativa (sistema della doppia giurisdizione di cui all'art. 113 della Costituzione).

Gli organi competenti per la tutela giurisdizionale per atti e/o provvedimenti ritenuti illegittimi sono prioritariamente il Tribunale Amministrativo Regionale (in primo grado) e il Consiglio di Stato (secondo grado).

I termini per presentare un ricorso per atti e/o provvedimenti amministrativi in generale sono di 60 giorni, a pena di decadenza, dalla notificazione dell'atto, dalla sua pubblicazione o comunque conoscenza; in caso di termini diversi, gli stessi sono comunque specificati nell’ atto medesimo.

Per presentare un ricorso contro il silenzio ingiustificato della pubblica amministrazione ( cd silenzio - rifiuto) l'azione può essere proposta, trascorsi i termini per la conclusione del procedimento amministrativo, fintanto che l’Amministrazione continua ad essere inadempiente e, comunque, non oltre un anno dalla scadenza del predetto termine, mediante notificazione al Comune e ad almeno un contro interessato..

Per fare ricorso su richieste di accesso ai documenti amministrativi, l'azione può essere proposta entro 30 giorni dalla conoscenza della decisione impugnata o dalla formazione del silenzio-rifiuto, mediante notificazione al Comune e ad almeno un contro interessato.

Altri strumenti di tutela amministrativa:

  • ricorso in opposizione: rivolto, in alcuni e limitati casi, alla stessa Autorità che ha emanato il provvedimento, in genere entro 30 giorni dalla notifica, pubblicazione o conoscenza dell'atto; 
  • ricorso gerarchico: proponibile, per gli atti non definitivi, avanti l’Autorità gerarchicamente superiore all'organo emanante, entro 30 giorni dalla notifica, pubblicazione o conoscenza dell'atto (facoltativamente al ricorso al T.A.R., Tribunale Amministrativo Regionale); 
  • ricorso straordinario al Capo dello Stato: ammesso, solo per motivi di legittimità, entro 120 giorni dalla notificazione o conoscenza dell'atto impugnato (in alternativa al ricorso al T.A.R., Tribunale Amministrativo Regionale).
Avvisi recenti
26.05.2022

Convocazione Consiglio Comunale

Martedì 31 maggio, ore 19.00, presso Casa Corsini

04.04.2022

Il progetto “ON-OFF” sulla parità di genere va avanti!

A breve l’ultimo meeting, in Grecia

17.03.2022

Convocazione Consiglio Comunale

Giovedì 24 marzo, ore 19.00, presso il Pala AVF

Vedi tutti gli avvisi