Accessibilità

Approvato il documento di programmazione 2019/2021

Dal Consiglio Comunale.

Nell’ultima seduta del 2018, svoltasi giovedì 13 dicembre, il Consiglio Comunale di Fiorano Modenese ha approvato l’insieme dei documenti che una volta erano indicati come ‘Bilancio di previsione’:  verifica della quantità e qualità di aree fabbricabili da destinare alla residenza, alle attività produttive e terziarie; piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari per il triennio 2019-2021; documento di programmazione 2019/2021; bilancio di previsione 2019-2021 e budget della società Fiorano Gestioni Patrimoniali.

Nel suo intervento il sindaco Francesco Tosi ha ricordato come questo sia l’ultimo bilancio di previsione di questa legislatura; ma non è un bilancio di transizione e neanche di stasi, come dimostrano gli investimenti per i prossimi tre anni.

I maggiori risultati del lavoro svolto si vedranno nel prossimo mandato, perché i programmi assunti da questa amministrazione vanno oltre il quinquennio. Ha dovuto operare partendo nel 2014 dalla crisi pesantissima degli anni precedenti, con una costante diminuzione dei trasferimenti statali, riuscendo comunque a ridurre sensibilmente il debito del comune, a mantenere l’alta qualità dei servizi, in particolare di quelli scolastici e sociali.

Il debito si riduce nonostante i cospicui investimenti programmati per il prossimo triennio: “Non scarichiamo – ha detto – sulle generazioni successive le spese che oggi si fanno”.

Il successivo confronto è stato articolato, riascoltabile nella registrazione video del Consiglio Comunale sul canale You Tube del Comune.

In estrema sintesi la capogruppo del Pd Simona Baldaccini ha ricordato come l’operato attento dell’amministrazione abbia permesso la nascita di una situazione di bilancio positiva che consente investimenti per nuove scuole e per il piano degli adeguamenti sismici ed energetici; il sostegno a tutti gli studenti, in particolari i più bisognosi o con disabilità; l’impegno per le strutture sportive, per la cultura. Conclude esprimendo il parere assolutamente favorevole del suo gruppo per un bilancio costruito con ognizione di causa e con la diligenza di un buon padre di famiglia.

Di parere diverso è stato espresso dai consiglieri d minoranza presenti, riassumibile nella parola ‘fallimento’. Per Pantelis Assimakis, del Gruppo Misto, la maggioranza è stata incapace di rispondere alle esigenze della città. E’ un bilancio stazionario, senza investimenti, una amministrazione per sopravvivere, sordo alle mozioni presentate dalla minoranza.

Per Angelo Lupone, del Movimento 5 Stelle, non sono state realizzate le cose annunciate nel programma di legislatura, senza grandi opere e scarse le manutenzioni, che cominciano soltanto ora; ad esempio si abbattono alberi perché sono mancate nel tempo le manutenzioni.

Il consigliere del Pd Alessandro Reginato ha sottolineato come il bilancio sia stato messo in sicurezza attraverso l’abbattimento del debito e l’aumento dei fondi di riserva. Gli slittamenti sono stati determinati dalla necessità delle risorse ma anche dei tempi burocratici. Quello che sarà realizzato nei prossimi anni viene dal lavoro di questa legislatura.

Il piano dei lavori pubblici per il triennio 2019/2021 prevede la realizzazione del nuovo polo scolastico con una spesa per il comune di 3.740.000 (a cui devono aggiungersi gli extraoneri di circa quattro milioni di System), la realizzazione del Palazzetto dello Sport di Crociale, con un investimento di 3.123.000, l’adeguamento sismico della scuola dell’infanzia Aquilone per 390.000 euro, gli interventi al Castello di Spezzano per l’ala est e la casa del custode per 1.450.000 euro, l’adeguamento antisismico del palazzo municipale per 900.000 euro, che portano a complessivi 9.600 euro di interventi nel triennio, di cui 6.820 nel 2019.

Fiorano Gestioni Patrimoniali ha nel proprio masterplan, interventi, nel 2019, per la manutenzione straordinaria di strade e marciapiedi per 1.245.000 euro, la riqualificazione di Via Vittorio Veneto per 1.1.90.000 euro, le verifiche strutturali per il ponte di Nirano, l’intervento per risolvere lo smottamento di Via Rio Salse a Nirano per 100.000 euro (il consolidamento di Via Ruvinello è previsto nel 2020), la manutenzione straordinaria di impianti sportivi per 150.000 euro, la realizzazione del campo in sintetico a Ubersetto per 360.000 euro, il consolidamento del muro lato via Cameazzo del cimitero di Fiorano per 100.000 euro ed altri 80.000 per il rifacimento della pavimentazione del portico.

 

Data di pubblicazione: 15 dicembre 2018

Avvisi recenti
06.10.2022

Unione Distretto Ceramico, 51mln di euro per Servizi

Via al Piano di zona per salute e benessere sociale 2022

06.10.2022

Bando contributi enti esponenziali delle confessioni religiose

Scadenza: 2 novembre 2022

03.10.2022

Parte la stagione 2022/23 del Centro Via Vittorio Veneto

Da ottobre a maggio proseguiranno le quattro rassegne dedicate a musica, arte e cultura.

01.10.2022

Aggiornamento Albo degli scrutatori e dei presidenti di seggio

Le domande on line dal 1° ottobre.

30.09.2022

Contenimento delle emissioni: buoni risultati del monitoraggio

A Cersaie 2022 presentati i risultati a livello ambientale della verifica intermedia dell’Accordo sulle emissioni, firmato nel 2019 da dieci comuni del distretto ceramico, dalle province di Modena e Reggio, da Confindustria ceramica e dalla Regione

30.09.2022

Ordinanza per la qualità dell'aria

Dal 1° ottobre al 31 dicembre in vigore le misure per la qualità dell’aria, con limitazioni alla circolazione di alcune categorie di veicoli e altri divieti. Allo sforamento dei limiti di PM10 entrano in vigore le misure emergenziali. Per tutto il periodo sono istituite le domeniche ecologiche.

Vedi tutti gli avvisi