Accessibilità

Concluso il progetto CEETO alle Salse di Nirano

Grazie a un sistema sperimentale di video-monitoraggio per un anno sono stati rilevati i comportamenti dei visitatori per individuare le azioni utili a garantire un turismo sostenibile e rispettoso della natura.

E’ terminato il progetto europeo CEETO (Central Europe Eco-TOurism), per la valorizzazione del patrimonio naturale, attraverso la promozione di un modello innovativo di pianificazione del turismo sostenibile, che ha visto coinvolta per un anno la Riserva regionale delle Salse di Nirano, scelta come area pilota dall’Ente Parchi Emilia Centrale.

La conferenza finale ha illustrato i risultati, con diversi esempi di misure di monitoraggio e gestione dei visitatori presentati dai partner del progetto CEETO e l’intervento di esperti per le questioni riguardanti la sostenibilità del turismo e i benefici che ne derivano per le comunità locali.

Il progetto CEETO Interreg CE, guidato dalla regione Emilia Romagna, è iniziato nel 2017 con l'accordo tra undici partner di sei diversi paesi europei. Delle 8 azioni pilota previste una si è svolta alla Riserva Naturale Salse di Nirano, con la sperimentazione di un sistema di video-monitoraggio NEMOS (Nature ReserveMonitoring System), utilizzato per documentare i principali fattori di minaccia per l’area, al fine di implementare possibili azioni di difesa. 

Il sistema ha analizzato le immagini di alcune aree nella Zona A della Riserva, quella di protezione integrale, permettendo di estrarre dati statistici sul numero di pedoni ed automobili in transito; rilevando eventuali comportamenti scorretti, come dato statistico e nel rispetto della privacy; permettendo di apprezzare cambiamenti morfologici del terreno, potendo così interagire con le indagini già in corso o effettuate.

Attraverso l'uso di questi dati sarà possibile progettare un piano mirato di intervento sulla sicurezza delle aree, sulla comunicazione turistica, sarà possibile estrarre dati utili a fini scientifici per meglio comprendere la variazione morfologica degli apparati lutivomi e l’evoluzione della distribuzione di specie alofile e valutarne quantitativamente l'efficacia.

Da questa esperienza della Riserva e da quelle delle altre aree protette europee coinvolte, hanno preso vita le linee guida per i gestori politici, con risultati, esempi e raccomandazioni su come progettare strategie per ridurre l'impatto del turismo nelle aree protette, e il Manuale per gli Enti Parco che si occupano della gestione delle aree protette stesse.

Inoltre, il progetto CEETO ha gettato le basi per creare una rete di professionisti della conservazione della natura e del turismo sostenibile in Europa per facilitare lo scambio di conoscenze, idee e innovazioni, tramite una piattaforma ad iscrizione gratuita aperta a tutti.

archiviato sotto:

Data di pubblicazione: 22 maggio 2020

Avvisi recenti
30.05.2020

Modifiche alle viabilità

Nella prossima settimana.

29.05.2020

Report Consiglio comunale

I punti discussi nella seduta del 26 maggio al teatro Astoria.

28.05.2020

Il Distretto adotta il piano della mobilità ciclistica

Tra gli obiettivi: 15% di mobilità ciclabile negli spostamenti interni e quasi 235 chilometri di percorsi ciclabili

28.05.2020

Aprono i termini per le graduatorie ERP

Fino al 30 giugno è possibile presentare domanda per l’inserimento nelle graduatorie per l’assegnazione di alloggi ERP nel comune di Fiorano Modenese

28.05.2020

Riorganizzazione accessi uffici comunali e chiusura 1° giugno

Da mercoledì 3 giugno i servizi demografici sono accessibili al pubblico, con regole anti-covid. Sono privilegiati gli appuntamenti. Lunedì 1° giugno alcuni uffici sono chiusi.

26.05.2020

Selezione per un dirigente di area tecnica a Fiorano Modenese

Fino al 3 giugno è possibile inviare la propria candidatura sulla base dei requisiti e delle modalità previsti dall’avviso pubblicato sul sito del Comune e dell’Unione dei comuni del distretto ceramico.

Vedi tutti gli avvisi