Accessibilità

Per gli agricoltori delle zone terremotate

Da Spezzano, grazie ad una catena di solidarietà, sono state consegnati aiuti alle zone terremotate

Carmen Macchioni e Rosalba Falaguerra, due amiche di Spezzano, di fronte alla tragedia dei comuni terremotati e ulteriormente in difficoltà a causa della neve, non sono rimaste a guardare e si sono attivate promuovendo due iniziative destinate ad offrire un aiuto concreto agli agricoltori che vivono una situazione di grande difficoltà a oltre sei mesi dal sisma. Malessere che si è aggravato dalle temperature rigidissime e dalle condizioni  meteorologiche avverse, che hanno letteralmente messo in ginocchio diverse aziende agricole con gli animali esposti alle intemperie, dalla mancanza di energia elettrica e da una situazione di collegamenti stradali che rendono impossibile, a volte, raggiungere le stalle dove è alloggiato il bestiame per poter fornire loro approvvigionamenti.

Carmen e Rosalba hanno avviato una "macchina della solidarietà" per raccogliere i fondi necessari per acquistare un carico di farinacei e foraggi da destinarsi a quattro piccole aziende agricole che non hanno ancora ricevuto nessun (o in minima parte) contributo per il sostentamento e la ricostruzione delle stesse.

Si tratta delle aziende  agricole Albano, David Lana, Elvezio Zefferinati e Daniela Cinti, nei comuni marchigiani di Pieve Bovigliana e San Ginesio. Gli euro necessari sono stati raccolti con una vendita di torte in parrocchia a Spezzano e una cena presso la trattoria “da Guido”, alle Salse di Nirano. Per tanti è scattato il desiderio di dare un contributo soprattutto perché la finalità è stata quella «Facciamo qualcosa di concreto».

E il riscontro finanziario ha permesso di acquistare 100 quintali di mangime per conigli, galline e animali da cortile presso le aziende Mangimi Rossana di Mantova (ditta ubicata nel “cratere terremoto della bassa “) e Pignattari a Pozza di Maranello. Gesto di solidarietà reso possibile grazie anche a Don Paolo Orlandi e i parrocchiani di Spezzano, i titolari della trattoria “da Guido”,  del Forno Corradini, dell'Agenzia Funebre Teggi, degli Autotrasporti Papavero e Gruppo Alpini di Fiorano. E subito l'obiettivo di “Facciamo qualche cosa di concreto” è stato portato a termine.

Nella giornata di lunedì 27 febbraio Carmen Macchioni e Rosalba Falaguerra hanno consegnato, personalmente, il mangime di ‘stalla in stalla’ in modo da potere garantire l'esito positivo dell’iniziativa.

 

Data di pubblicazione: 03 marzo 2017

Avvisi recenti
21.05.2022

Murale alle scuole medie Leopardi di Fiorano

L’opera dell’artista Ennio Sitta è l’esito di un laboratorio partecipato nell’ambito dell’ultima edizione di ‘Vista sull’Europa’.

21.05.2022

Rifacimento asfalti in Circondariale San Francesco a Fiorano

Da lunedì 23 a venerdì 27 maggio, senso unico alternato tra la rotatoria di via Santa Caterina e quella di via Cameazzo.

19.05.2022

La Motor Valley Fest di Fiorano Modenese

Dal 27 al 29 maggio, tre appuntamenti per celebrare la passione motoristica del territorio e i 50 anni della Pista di Fiorano.

17.05.2022

Festinsieme

Due giorni per le famiglie e i ragazzi di scuola media.

17.05.2022

Modifiche viabilità

Nei prossimi giorni previste diversi interventi alla viabilità fioranese

14.05.2022

Palazzetto dello Sport intitolato ad Antonio Maglio

A Fiorano all’inaugurazione sarà presente anche la vedova del medico che ha dato il via ai Giochi paralimpici, a cui Rai 1 dedica una fiction in onda lunedì 16 maggio.

Vedi tutti gli avvisi