Accessibilità

Sezioni

Sei in Home page > Avvisi > Visita dell’amministrazione comunale ai centri estivi

Visita dell’amministrazione comunale ai centri estivi

Positiva risposta da parte di affluenza e attività.

Nella giornata di lunedì 27 luglio, l’amministrazione comunale, nella persona del Sindaco, ha visitato alcuni dei centri estivi cittadini come dimostrazione di vicinanza all’impegno profuso per garantire un’importante copertura nonostante l’emergenza Covid. In particolare la visita è avvenuta presso le due sedi della primaria, quindi scuole medie “Bursi” e “Ferrari”, dell’infanzia, scuola materna “Aquilone”, e presso il nido in via Don Messori.

Complessivamente i centri estivi fioranesi ammontano a 3, ma sono dislocati in 5 sedi, tali da garantire una bassa concentrazione di bambini in spazi ristretti. Gli iscritti hanno superato le 100 unità, e nessuna delle famiglie che ha presentato domanda in tempo ha avuto impedito l’accesso. Stesso discorso per i bambini portatori di disabilità, ai quali è stato dedicato un educatore per il numero totale di ore, che giornalmente si spalma dalle 7.30 alle 18.30.

Con la scuola primaria si è partiti il 15 giugno, garantendo 9 settimane di apertura, mentre nido e infanzia sono stati avviati l’1 luglio. Il nido ha avuto la copertura dell’intero mese; invece l’infanzia si è prolungata ben sette settimane. È lontana la tradizione che vede i centri estivi di Fiorano offrire aperture per molte settimane, e anche quest’anno, nonostante il Covid, si è raggiunto l’obiettivo. Le attività degli anni precedenti, come gite ed escursioni, sono state riproposte senza rinunce, eccezion fatta per la piscina comunale, cui si è preferito non consentire la fruizione in vista di una maggiore salvaguardia sanitaria.

Numerose famiglie hanno potuto avvalersi, infine, della somma predisposta dal progetto regionale “Conciliazione”, che permetteva la partecipazione gratuita per circa 8 settimane a fronte di un reddito Isee inferiore ai 28mila euro. La tariffa comunale ha comunque mantenuto un prezzo contenuto anche per le altre famiglie, attestandosi sui 42 euro settimanali (più i pasti).

Rimane dunque grande soddisfazione da parte degli amministratori sulla buona riuscita dei centri estivi, pur in osservanza delle ristrettezze sanitarie, e della loro gestione da parte delle cooperative referenti.

archiviato sotto: ,

Data di pubblicazione: 28 luglio 2020

Avvisi recenti
06.10.2022

Unione Distretto Ceramico, 51mln di euro per Servizi

Via al Piano di zona per salute e benessere sociale 2022

06.10.2022

Bando contributi enti esponenziali delle confessioni religiose

Scadenza: 2 novembre 2022

03.10.2022

Parte la stagione 2022/23 del Centro Via Vittorio Veneto

Da ottobre a maggio proseguiranno le quattro rassegne dedicate a musica, arte e cultura.

01.10.2022

Aggiornamento Albo degli scrutatori e dei presidenti di seggio

Le domande on line dal 1° ottobre.

30.09.2022

Contenimento delle emissioni: buoni risultati del monitoraggio

A Cersaie 2022 presentati i risultati a livello ambientale della verifica intermedia dell’Accordo sulle emissioni, firmato nel 2019 da dieci comuni del distretto ceramico, dalle province di Modena e Reggio, da Confindustria ceramica e dalla Regione

30.09.2022

Ordinanza per la qualità dell'aria

Dal 1° ottobre al 31 dicembre in vigore le misure per la qualità dell’aria, con limitazioni alla circolazione di alcune categorie di veicoli e altri divieti. Allo sforamento dei limiti di PM10 entrano in vigore le misure emergenziali. Per tutto il periodo sono istituite le domeniche ecologiche.

Vedi tutti gli avvisi