Accessibilità

Albo Presidenti di Seggio: iscrizione

Il Presidente di seggio è un cittadino, iscritto nelle liste elettorali del Comune, che ha il compito e la responsabilità di coordinare la sezione elettorale, cioè il seggio, durante le operazioni di voto. Per essere nominati presidenti è necessario essere iscritti all'Albo che viene aggiornato annualmente. L’iscrizione viene fatta a domanda dell’interessato e rimane valida finchè non vengono meno i requisiti o non si chiede espressamente la cancellazione dall’Albo. La nomina per le singole elezioni viene fatta dalla Corte di Appello.

Per l'iscrizione all'albo dei Presidenti di Seggio è necessario il possesso dei requisiti:

a) essere elettore del Comune;
b) non aver superato il 70° anno di età;
c) essere in possesso di titolo di studio non inferiore al diploma di istruzione secondaria di secondo grado;
d) non essere dipendente dei Ministeri dell’Interno, Poste e Telecomunicazioni, Trasporti;
e) non appartenere alle forze armate in servizio, né svolgere, presso le U.S.L., le funzioni già attribuite al medico provinciale, all'ufficiale sanitario o al medico condotto;
f) non essere segretario comunale né dipendente dei Comuni normalmente addetto o comandato a prestare servizio presso gli uffici elettorali.

Come accedere ai servizi online
  • Autenticazione SPID livello medio
Per informazioni aggiuntive

Sul sito web; via e-mail; telefonicamente; allo sportello.

Elettorale

Responsabile: Massimo Mizzoni

Contatti

Telefono: 0536 833223 - fax 0536 830918
Email: anagrafe@comune.fiorano-modenese.mo.it
PEC: demografici@cert.fiorano.it

Orari

Per urgenze contattare gli operatori in servizio, per telefono e via e-mail, ai seguenti numeri ed orari: 

       tel. 0536/833223 

 

Apertura al pubblico:

 

lunedì dalle ore 8.30 alle ore 12.30
martedì dalle ore 8.30 alle 12.30

mercoledì   chiuso

il giovedì dalle ore 8.30 alle ore 12.30 e dalle ore 14.00 alle 17.00

venerdì e sabato dalle ore 8.30 alle ore 12.30

 

Orario estivo dal 02-07-2022 al 27-08-2022 compreso. Decreto n. 15 del 23-06-2022.

 

lunedì dalle ore 8.30 alle ore 12.30

martedì dalle ore 8.30 alle 12.30

mercoledì CHIUSO

giovedì dalle ore 8.30 alle ore 12.30 e dalle 14.00 alle 17.00.

venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.30

sabato    CHIUSO

 

Rispondiamo al telefono:


dal lunedì al sabato dalle ore 11.30 alle ore 12.30
il giovedì anche dalle ore 15.00 alle ore 16.00

Sede

Municipio - piano terra

Piazza Ciro Menotti, 1

41042 Fiorano Modenese

Costi

Il servizio è gratuito.

Tempi e scadenze

Tempi:

Le domande di iscrizione (o di cancellazione) possono essere presentate nel solo mese di ottobre di ogni anno. 

Scadenze:

L'iscrizione rimane valida finché non vengono meno i requisiti o non si chiede espressamente la cancellazione dall'Albo.

Referente principale da contattare
Responsabile procedimento
Soggetto con potere sostitutivo
Strumenti di tutela

Strumenti di tutela giurisdizionale

Contro gli atti ed i provvedimenti della pubblica amministrazione è ammessa la tutela giurisdizionale dei diritti e degli interessi legittimi dinanzi agli organi di giurisdizione ordinaria od amministrativa (sistema della doppia giurisdizione di cui all'art. 113 della Costituzione).

Gli organi competenti per la tutela giurisdizionale per atti e/o provvedimenti ritenuti illegittimi sono prioritariamente il Tribunale Amministrativo Regionale (in primo grado) e il Consiglio di Stato (secondo grado).

I termini per presentare un ricorso per atti e/o provvedimenti amministrativi in generale sono di 60 giorni, a pena di decadenza, dalla notificazione dell'atto, dalla sua pubblicazione o comunque conoscenza; in caso di termini diversi, gli stessi sono comunque specificati nell’ atto medesimo.

Per presentare un ricorso contro il silenzio ingiustificato della pubblica amministrazione ( cd silenzio - rifiuto) l'azione può essere proposta, trascorsi i termini per la conclusione del procedimento amministrativo, fintanto che l’Amministrazione continua ad essere inadempiente e, comunque, non oltre un anno dalla scadenza del predetto termine, mediante notificazione al Comune e ad almeno un contro interessato..

Per fare ricorso su richieste di accesso ai documenti amministrativi, l'azione può essere proposta entro 30 giorni dalla conoscenza della decisione impugnata o dalla formazione del silenzio-rifiuto, mediante notificazione al Comune e ad almeno un contro interessato.

Altri strumenti di tutela amministrativa:

  • ricorso in opposizione: rivolto, in alcuni e limitati casi, alla stessa Autorità che ha emanato il provvedimento, in genere entro 30 giorni dalla notifica, pubblicazione o conoscenza dell'atto;
  • ricorso gerarchico: proponibile, per gli atti non definitivi, avanti l’Autorità gerarchicamente superiore all'organo emanante, entro 30 giorni dalla notifica, pubblicazione o conoscenza dell'atto (facoltativamente al ricorso al T.A.R., Tribunale Amministrativo Regionale);
  • ricorso straordinario al Capo dello Stato: ammesso, solo per motivi di legittimità, entro 120 giorni dalla notificazione o conoscenza dell'atto impugnato (in alternativa al ricorso al T.A.R., Tribunale Amministrativo Regionale).
Normativa

D.P.R. n. 361/1957; D.P.R. n. 570/1960;
Legge n. 53/1990.

Altre informazioni

- Non potranno essere iscritti nell'albo, e dovranno essere cancellati, coloro che siano sottoposti a interdizione giudiziale, cioè coloro che siano stati condannati alla pena dell’interdizione dai pubblici uffici, in quanto tale categoria di cittadini viene cancellata dalle liste elettorali e non gode del diritto di voto per tutta la durata della pena.

-L'ufficio elettorale cura la raccolta delle istanze dei cittadini e la predisposizione degli elenchi relativi alle persone da iscrivere o cancellare dall'albo dei Presidenti di Seggio, tuttavia l'attività dell'ufficio è solamente di supporto alla attività della Corte d'Appello di Bologna dove l'albo è formalmente istituito. Spetta infatti al Tribunale la reale tenuta e revisione dell'albo e la nomina dei presidenti in caso di elezioni.

-Il trasferimento della residenza dal Comune di Fiorano Modenese ad altro Comune comporta la cancellazione d'ufficio dall'Albo.