Accessibilità

Morte: dichiarazione

Quando una persona muore, e' obbligatoria la denuncia di morte da parte di un parente, o dell’agenzia di pompe funebri, presso il Comune nel quale è avvenuto il decesso. Verrà rilasciato il permesso di seppellimento ed eventualmente l'autorizzazione alla traslazione (spostamento) del cadavere.

La dichiarazione di morte deve essere resa al Sindaco del Comune di decesso.

La dichiarazione di morte in abitazione viene resa da chiunque ne abbia conoscenza allegando la Scheda ISTAT di morte, compilata dal medico e il certificato di visita necroscopica. Se dopo il decesso in abitazione il corpo è stato trasportato verso sale del commiato è necessario produrre anche l'autorizzazione del medico per il trasporto della salma e la dichiarazione della struttura pubblica/privata di accettazione del feretro.

Se il decesso è avvenuto per morte violenta o sospetta per precedere è necessario attendere il nulla osta dell'autorità giudiziaria.

Se il decesso è avvenuto in Case di Cura presenti sul territorio, la dichiarazione di morte compete al Direttore della Casa di Cura.

 

 

Stato civile

Responsabile: Massimo Mizzoni

Contatti

Telefono: 0536 833223 - fax 0536 830 918
Email: anagrafe@comune.fiorano-modenese.mo.it
PEC: demografici@cert.fiorano.it

Orari

Per urgenze contattare gli operatori in servizio, per telefono e via e-mail, ai seguenti numeri ed orari: 

     TEL. 0536/833223.

 

Apertura al pubblico:

 

lunedì dalle ore 8.30 alle ore 12.30
martedì dalle ore 8.30 alle 12.30

mercoledì  chiuso

il giovedì dalle ore 8.30 alle ore 12.30 e dalle ore 14.00 alle ore 17.00.

venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.30

sabato dalle ore 8.30 alle ore 12.30.

I giorni 08-12-2022 e 09-12-2022 gli uffici saranno chiusi per disposizione Sindacale. Sarà reperibile un operatore in  ufficio per lo Stato civile (denunce di morte e autorizzazioni)  il giorno 09-12-2022 dalle 8.30 alle 12.30. cellulare 334-3477589 

Orario estivo dal 02-07-2022 al 27-08-2022 compreso. Decreto Sindacale n. 15 del 23-06-2022.

 

lunedì dalle ore 8.30 alle ore 12.30

martedì dalle ore 8.30 alle 12.30

mercoledì CHIUSO

giovedì dalle ore 8.30 alle ore 12.30 e dalle ore 14.00 alle ore 17.00.

venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.30

sabato    CHIUSO ( sarà presente un operatore in ufficio per la reperibilità dello Stato civile, dichiarazioni di morte e relative autorizzazioni)

 

IL GIORNO 15/08/2022 L’UFFICIO DI STATO CIVILE SARA’ REPERIBILE TELEFONICAMENTE  DALLE ORE 08.00 ALLE 12.00 AL NUMERO  334-3477589  PER GLI ATTI DI MORTE E RELATIVE AUTORIZZAZIONI.

 

  

Per accedere ai servizi di Stato Civile è necessario prendere appuntamento.

Rispondiamo al telefono:
dal lunedì al sabato dalle ore 11.30 alle ore 12.30
il giovedì anche dalle ore 15.00 alle ore 16.00

Sede

Municipio - piano terra

Piazza Ciro Menotti, 1

41042 Fiorano Modenese 

Costi

Se è richiesta l'autorizzazione al trasporto della salma fuori comune è necessario munirsi di due marche da bollo da 16,00 euro

 

Modalità di pagamento

Le marche devono essere preventivamente acquistate in tabaccheria.

Tempi e scadenze

Scadenze:

Entro 24 ore dal decesso avvenuto in abitazione.

Referente principale da contattare
Responsabile procedimento
Responsabile provvedimento
Soggetto con potere sostitutivo
Strumenti di tutela

Strumenti di tutela propri degli atti di Stato civile.

I ricorsi in materia di Stato Civile sono regolati nel Titolo XI del D.P.R. n. 396/2000 artt. da 95 a 101.

Strumenti di tutela giurisdizionale

Contro gli atti ed i provvedimenti della pubblica amministrazione è ammessa la tutela giurisdizionale dei diritti e degli interessi legittimi dinanzi agli organi di giurisdizione ordinaria od amministrativa (sistema della doppia giurisdizione di cui all'art. 113 della Costituzione).

Gli organi competenti per la tutela giurisdizionale per atti e/o provvedimenti ritenuti illegittimi sono prioritariamente il Tribunale Amministrativo Regionale (in primo grado) e il Consiglio di Stato (secondo grado).

I termini per presentare un ricorso per atti e/o provvedimenti amministrativi in generale sono di 60 giorni, a pena di decadenza, dalla notificazione dell'atto, dalla sua pubblicazione o comunque conoscenza; in caso di termini diversi, gli stessi sono comunque specificati nell’ atto medesimo.

Per presentare un ricorso contro il silenzio ingiustificato della pubblica amministrazione ( cd silenzio - rifiuto) l'azione può essere proposta, trascorsi i termini per la conclusione del procedimento amministrativo, fintanto che l’Amministrazione continua ad essere inadempiente e, comunque, non oltre un anno dalla scadenza del predetto termine, mediante notificazione al Comune e ad almeno un contro interessato..

Per fare ricorso su richieste di accesso ai documenti amministrativi, l'azione può essere proposta entro 30 giorni dalla conoscenza della decisione impugnata o dalla formazione del silenzio-rifiuto, mediante notificazione al Comune e ad almeno un contro interessato.

Altri strumenti di tutela amministrativa:

  • ricorso in opposizione: rivolto, in alcuni e limitati casi, alla stessa Autorità che ha emanato il provvedimento, in genere entro 30 giorni dalla notifica, pubblicazione o conoscenza dell'atto;
  • ricorso gerarchico: proponibile, per gli atti non definitivi, avanti l’Autorità gerarchicamente superiore all'organo emanante, entro 30 giorni dalla notifica, pubblicazione o conoscenza dell'atto (facoltativamente al ricorso al T.A.R., Tribunale Amministrativo Regionale);
  • ricorso straordinario al Capo dello Stato: ammesso, solo per motivi di legittimità, entro 120 giorni dalla notificazione o conoscenza dell'atto impugnato (in alternativa al ricorso al T.A.R., Tribunale Amministrativo Regionale).
Normativa

Codice Civile; D.P.R. n. 396/2000; D.P.R. n. 285/1990; Legge Regionale n. 19/2004; Delibera di Giunta Regionale n. 10/2005; 

Altre informazioni

La salma del congiunto può essere sepolta nei cimiteri del Comune di Fiorano, qualora possegga i necessari requisiti, oppure, se così aveva disposto in vita il defunto, può essere cremata e quindi le ceneri affidate o disperse.

Le pratiche relative alla dichiarazione di morte sono normalmente sbrigate dagli addetti delle ditte di onoranze funebri incaricate dai parenti.